RUÈN – Agenzia di Comunicazione Padova

Che cos’è l’EPC?

L’EPC, acronimo di Earnings Per Click, rappresenta una metrica cruciale nell’ambito dell’affiliate marketing, utilizzata per misurare il guadagno medio generato per ogni clic ricevuto su un link affiliato. Questo indicatore offre agli affiliati e ai marketer una visione chiara dell’efficacia delle loro campagne pubblicitarie online, consentendo loro di valutare quale traffico si traduce in entrate effettive.

Calcolare l’EPC è semplice: si divide il guadagno totale generato da una campagna per il numero totale di clic ricevuti. Ad esempio, se una campagna pubblicitaria genera 200 euro da 100 clic, l’EPC sarà di 2 euro. Questa metrica è fondamentale per gli affiliati che desiderano ottimizzare le loro strategie pubblicitarie, concentrando gli sforzi sui canali più redditizi. Inoltre, l’EPC aiuta a confrontare l’efficacia di diverse offerte o programmi di affiliazione, fornendo dati preziosi per decisioni strategiche mirate all’aumento dei guadagni.

EPC = importo totale delle commissioni che guadagni/numero di clic sui tuoi link di affiliazione

Fai un’altra ricerca

Altre domande

Che cos’è il Cost Performance Index (CPI)?2024-05-09T16:28:17+00:00

Il Cost Performance Index (Indice di Efficienza Economica) è un indicatore fondamentale nella gestione dei progetti che misura l’efficienza dei costi del lavoro svolto rispetto ai costi pianificati. È calcolato dividendo il valore del lavoro effettivamente realizzato (Earned Value, EV) per i costi reali del lavoro (Actual Cost, AC).

La formula è

CPI = EV AC

 

Un CPI superiore a 1 indica che il progetto sta utilizzando le risorse finanziarie in modo più efficiente rispetto alla pianificazione, mentre un valore inferiore a 1 segnala che i costi del progetto stanno superando il budget previsto. Questo indice è vitale per i project manager per valutare se le risorse finanziarie del progetto sono gestite efficacemente e per anticipare eventuali deviazioni dal budget previsto. Comprendere il CPI aiuta le organizzazioni a prendere decisioni informate riguardo l’allocazione delle risorse e la gestione finanziaria dei progetti.

Che cos’è il Marketing degli eventi?2024-04-03T13:50:24+00:00

Il Marketing degli Eventi è una strategia dinamica che implica la pianificazione, lo sviluppo e la promozione di eventi come conferenze, workshop, fiere, e lanci di prodotto al fine di coinvolgere il pubblico target, creare esperienze memorabili e raggiungere specifici obiettivi di marketing.

Questo tipo di marketing consente alle aziende di connettersi direttamente con i clienti e i potenziali clienti in un ambiente interattivo, offrendo opportunità uniche per dimostrare il valore dei propri prodotti o servizi, rafforzare il brand e favorire relazioni durature. Attraverso eventi ben progettati e gestiti, le organizzazioni possono aumentare la consapevolezza del marchio, generare nuovi lead, promuovere la fedeltà dei clienti esistenti e ottenere una vasta copertura mediatica.

Il successo del marketing degli eventi dipende da una pianificazione attenta, dalla scelta della location, dal targeting efficace del pubblico, dalla promozione creativa e dall’esecuzione impeccabile dell’evento.

Che cos’è il e-mail marketing?2024-04-16T18:40:34+00:00

L’e-mail marketing è una tattica di marketing digitale che consiste nell’invio di e-mail a un database di contatti per promuovere prodotti, servizi o eventi, o per mantenere un rapporto continuativo con i clienti. Questo approccio è altamente personalizzabile e consente di segmentare il pubblico in base a vari criteri come demografia, comportamento di acquisto o interazioni precedenti, garantendo così comunicazioni mirate e pertinenti.

L’e-mail marketing è noto per il suo elevato ROI (Return On Investment), rendendolo una delle strategie più efficaci e a basso costo nel panorama del marketing digitale. Le campagne possono variare da semplici newsletter informative a complesse serie di e-mail automatizzate basate sul comportamento del consumatore. La misurazione del successo di tali campagne si basa su metriche chiave quali tasso di apertura, tasso di clic e conversioni, fornendo dati preziosi per ottimizzare ulteriormente le strategie di comunicazione.

Che cos’è il “Branding” ?2024-03-31T09:46:36+00:00

Il “Branding” è il processo strategico di creazione e gestione di un’identità distintiva di marca nel mercato. Questo processo si concentra sull’elaborazione e la comunicazione di un insieme coeso di valori, attributi e aspettative che definiscono il cuore dell’esperienza di marca per il consumatore. Il fine ultimo del branding è distinguere un’azienda, un prodotto o un servizio dai suoi concorrenti, creando una connessione emotiva e psicologica duratura con il target di riferimento.

In un contesto digitale, dove il rumore informativo è elevato e le scelte sono pressoché infinite, il branding diventa essenziale per emergere e stabilire una presenza significativa. Attraverso l’uso strategico di elementi visivi (come loghi, palette di colori e tipografie), contenuti (messaggi chiave, tono di voce) e esperienze (interazione con il sito web, customer service), il branding mira a veicolare una promessa di valore coerente e differenziante.

Il processo di branding si avvale di tecniche di Content Marketing, SEO (Search Engine Optimization) e SEM (Search Engine Marketing), oltre all’utilizzo di piattaforme social e strategie di email marketing, per amplificare la sua portata e rafforzare la presenza online di una marca. L’obiettivo è quello di costruire e mantenere la top-of-mind awareness (la prima marca che viene in mente in una determinata categoria) e di fidelizzare i clienti attraverso esperienze memorabili e significative.

In sintesi, il branding è un investimento a lungo termine nella percezione e nel valore di una marca, progettato per influenzare positivamente le decisioni di acquisto, costruire la lealtà dei clienti e creare un vantaggio competitivo sostenibile.

Che cos’è l’affiliate marketing?2024-04-09T20:40:19+00:00

L’affiliate marketing è una strategia di marketing digitale basata sulla performance, che permette a un affiliato di guadagnare una commissione promuovendo i prodotti o i servizi di un’altra persona o azienda. Il principio alla base dell’affiliate marketing è semplice: l’affiliato sceglie un prodotto che apprezza, lo promuove al proprio pubblico e guadagna una parte del profitto per ogni vendita che riesce a generare attraverso il proprio link di affiliazione. Questo modello di business beneficia sia il marchio che l’affiliato. Da un lato, le aziende possono espandere il proprio mercato e aumentare le vendite senza dover investire direttamente in campagne pubblicitarie, affidandosi invece alla rete di affiliati che promuovono i loro prodotti. Dall’altro, gli affiliati hanno l’opportunità di guadagnare denaro sfruttando i propri canali digitali, come blog, social media o siti web, senza dover creare un prodotto da zero. L’affiliate marketing si basa sulla fiducia: gli affiliati scelgono di promuovere prodotti che ritengono di valore per il proprio pubblico, garantendo così trasparenza e integrità.

Che cos’è il Marketing Sanitario?2024-04-03T14:33:17+00:00

Il Marketing Sanitario è un ramo specializzato del marketing che si concentra sulla promozione di servizi, prodotti e pratiche nel settore della salute, con l’obiettivo di migliorare il benessere individuale e collettivo. Questa disciplina utilizza strategie mirate per educare il pubblico su questioni di salute, aumentare la consapevolezza su malattie e trattamenti, e incoraggiare comportamenti che favoriscono la salute. Inoltre, il marketing sanitario aiuta le istituzioni mediche, i fornitori di servizi sanitari e le aziende farmaceutiche a comunicare efficacemente i loro servizi e prodotti, migliorando l’accesso e la qualità dell’assistenza sanitaria.

Una componente chiave del marketing sanitario è l’etica; le campagne devono essere informative, accurate e non ingannevoli, data la sensibilità delle informazioni e l’importanza della salute per il consumatore. Utilizzando canali come i social media, la pubblicità online, gli eventi e le pubblicazioni specializzate, i professionisti del marketing sanitario lavorano per influenzare positivamente le decisioni sanitarie delle persone, promuovere stili di vita sani e supportare la gestione delle malattie croniche.

Che cos’è il Marketing Virale?2024-04-03T14:38:30+00:00

Il Marketing Virale è una strategia di marketing che si basa sulla creazione di contenuti, messaggi o campagne con l’obiettivo di essere condivisi rapidamente e ampiamente tra gli utenti su internet. Questa forma di marketing sfrutta le reti sociali e le piattaforme digitali per diffondere il messaggio da persona a persona, similmente a un virus, raggiungendo un vasto pubblico in un breve lasso di tempo. Il contenuto virale spesso include elementi umoristici, emozionali, sorprendenti o di valore pratico che incoraggiano gli utenti a condividerlo con amici, familiari e colleghi.

Il successo del marketing virale dipende dalla capacità del contenuto di catturare l’attenzione e stimolare la condivisione spontanea. Quando ben eseguito, può generare una vasta esposizione del marchio, traffico web elevato e, in ultima analisi, un aumento delle vendite, il tutto con un investimento relativamente basso rispetto ai canali tradizionali di marketing. Tuttavia, il risultato virale non è garantito e richiede una comprensione profonda delle dinamiche dei social media e delle preferenze del pubblico target.

Che cos’è il Marketing Tribale?2024-04-03T14:37:07+00:00

Il Marketing Tribale è un approccio al marketing che mira a creare, nutrire e sfruttare una comunità di appassionati intorno a un marchio, prodotto o servizio. Questo modello si concentra sul rafforzamento del senso di appartenenza e identità condivisa tra i membri della “tribù”, promuovendo un’interazione autentica e un impegno profondo. Attraverso la creazione di esperienze, valori e messaggi che risuonano con gli interessi specifici del gruppo target, il marketing tribale incoraggia il passaparola, la lealtà e l’advocacy del marchio.

In un’epoca dominata dai media digitali, il marketing tribale si avvale spesso di piattaforme online come i social media per facilitare la comunicazione e l’interazione tra i membri della comunità e tra la comunità e il marchio. Questo approccio non solo aiuta a costruire un seguito dedicato ma stimola anche una partecipazione attiva, trasformando i consumatori in veri e propri ambasciatori del marchio.

Che cos’è il Social Media Optimization?2024-05-07T11:43:30+00:00

La Social Media Optimization (SMO) è una disciplina del marketing digitale che mira a massimizzare la visibilità e l’interazione degli utenti attraverso i canali dei social media. Questo si realizza ottimizzando i contenuti affinché siano più attraenti, condivisibili e facilmente interagibili dal target di riferimento. Lo SMO comprende una serie di strategie tecniche e creative, come la personalizzazione delle meta descrizioni per incrementare i click-through dai post, l’utilizzo di hashtag strategici per raggiungere audience specifiche e la programmazione dei post in orari in cui il pubblico è più attivo.

Il processo di SMO coinvolge anche l’analisi continua dell’efficacia dei vari contenuti attraverso strumenti come Facebook Insights o altri analytics, che permettono di monitorare metriche quali engagement, reach e conversioni. L’obiettivo principale della SMO è di costruire e mantenere una presenza online che promuova la visibilità del brand e incrementi il traffico verso i siti aziendali, sfruttando la natura virale dei social network per amplificare il messaggio aziendale.

In sostanza, la SMO si configura come una leva strategica cruciale per le aziende che desiderano sfruttare al massimo le potenzialità dei social media, adattando i contenuti alle specifiche piattaforme e al comportamento degli utenti, per stimolare la partecipazione attiva e promuovere conversioni efficaci.

Torna in cima