Instagram KPI

Tempo stimato di lettura: 5 min

Instagram KPI: come analizzare, interpretare e utilizzare i dati per avere successo

Se stai cercando di utilizzare Instagram per far crescere il tuo brand, allora devi assolutamente conoscere l’importanza di pubblicare contenuti di qualità, ma anche di comprendere come quei contenuti vengano recepiti dalla tua audience. Gli Insights di Instagram sono uno strumento essenziale per ottenere una visione dettagliata del comportamento dei tuoi follower e dell’efficacia delle tue strategie di marketing – detti anche KPI di instagram. In questa breve guida, vedremo tre tipologie di analisi fondamentali: analisi dei dati generali, analisi dei dati post e analisi dei dati delle storie. Ecco come analizzare, interpretare e utilizzare i dati Instagram per avere successo.

Analisi dei dati generali

Quando si parla di dati generali si intendono tutti i parametri che possono essere analizzati in merito a un determinato account Instagram, dunque dati derivanti dai post, dalle stories, dalle sponsorizzate e molto altro. Dati utili per avere una visione generale dell’andamento del profilo da poter comparare anche con i dati di un periodo precedente.

Dati da analizzare:

  • Pubblico raggiunto (percentuale di persone uniche che hanno visto almeno una volta un tuo contenuto, tarata sul numero dei follower);
  • CTR, ovvero Click Through Rate (rapporto tra i click sul link in Bio e le visite al profilo. Un CTR medio è in genere compreso tra 1,47% e 3,05%, sopra queste soglie risulta alto mentre sotto risulta basso. Questi dati ci permettono di capire se la comunicazione sta andando nella direzione giusta e, se così non fosse, di intraprendere nuove azioni e ottimizzazioni per migliorare l’andamento);
  • Conversione follower (rapporto tra numero di nuovi follower e persone che hanno visitato il profilo. Un indicatore utile a comprendere quanto è ottimizzato un profilo);
  • Call To Action (informazioni sulle azioni che gli utenti hanno fatto nel tempo sulle tue CTA. Dati utili per capire quali chiamate all’azione funzionano meglio e se la tua comunicazione sta realmente funzionando);
  • Dati di crescita (nuovi follower, follower persi, percentuale unfollow e nuovi post. Dati utili per capire se stai raggiungendo pubblico nuovo in target e se la tua comunicazione sta dunque funzionando);
  • Dati sul traffico (media impression, media copertura, media visite al profilo. Dove ci sono i picchi è importante andare a controllare cosa si è fatto, dunque post, argomenti trattati, stories ecc. e utilizzare queste informazioni per capire cosa piace agli utenti e ripeterlo nel tempo);
  • Dati sulla audience (genere, fasce d’età, geolocalizzazione e distribuzione dei follower. Dati utili per comprendere se gli utenti che raggiungono i tuoi contenuti sono realmente in target e, soprattutto per attività locali, se i tuoi contenuti stanno raggiungendo pubblico nella zona interessata).

Analisi dei dati dei post

Quando si parla di dati dei post si intendono tutti gli Insight che si possono ottenere in merito ai contenuti pubblicati (post singolo, carosello e reels).

Dati da analizzare:

  • Engagement Rate (metrica utile a valutare l’interazione e il coinvolgimento degli utenti con i contenuti pubblicati);
  • Reach Engagement Rate (come l’Engagement Rate classico ma calcolato sulla copertura e non sul numero di follower);
  • Attrazione (informazione che indica quante volte i tuoi post devono essere visti per generare una interazione);
  • Dati relativi al trend (visibilità media);
  • Dati relativi al traffico (copertura post in base all’orario e al giorno di pubblicazione);
  • Dati relativi alla crescita (copertura, visite al profilo, nuovi follower. Utile per comprendere i formati e i contenuti più efficaci);
  • Dati relativi alla visibilità e alla community (like, commenti e salvataggi. Utile per comprendere i formati e i contenuti più efficaci);
  • Dati relativi all’obiettivo vendita (copertura, visite al profilo, click link in Bio);
  • Dati relativi alla durata dei reel (riproduzione VS durata e interazioni VS durata);
  • Differenza tra visualizzazioni e riproduzioni;
  • Attention Rate;
  • Watch time;
  • Retention.

Analisi dei dati delle stories

Quando si parla di dati delle stories si intendono tutti gli Insight che si possono ottenere in merito alla pubblicazione delle Instagram stories (ad oggi uno dei mezzi più utili e utilizzati per avere successo su Instagram).

Dati da analizzare:

  • Open Rate (numero di volte in cui una storia è stata aperta dagli utenti rispetto al numero totale di visualizzazioni della storia);
  • Trend Open Rate (analizza il numero di volte che la tua storia è stata aperta nel corso di un determinato tempo);
  • Retention Rate (percentuale di persone che hanno continuato a visualizzare la tua storia dopo averla aperta per la prima volta);
  • Skip Rate (percentuale di persone che hanno saltato la tua storia senza guardarla fino alla fine);
  • Re-play Rate (percentuale di volte che la tua storia è stata riguardata dagli utenti dopo averla visualizzata per intero);
  • Media visualizzazioni per utente;
  • Costanza;
  • Storie che hanno ottenuto i risultati migliori;
  • Storie che hanno ottenuto i risultati peggiori;
  • Traffico generato dalle storie (impression, visualizzazioni, risposte in direct).

Quando analizzare gli Insight Instagram

La frequenza di analisi dei dati di Instagram è abbastanza soggettiva ma ecco alcuni consigli da cui poter iniziare.

  • Analisi completa dei dati generali: una volta al mese;
  • Analisi veloce sulla base dell’obiettivo: ogni settimana;
  • Analisi contenuti: dopo due ore dalla pubblicazione del contenuto per avere un’idea della sua efficacia, anche se per avere dati più definitivi è meglio aspettare tre giorni.

Vantaggi e svantaggi dell’analisi dei dati in tempo reale

L’analisi dei dati in tempo reale può presentare i seguenti vantaggi:

  • è possibile mantenere il polso della situazione;
  • è possibile intervenire e apportare modifiche tempestivamente;
  • è possibile seguire meglio i trend e le fasi dell’algoritmo.

L’analisi dei dati in tempo reale può portare, però, anche i seguenti svantaggi:

  • si rischia di concentrarsi troppo sulle metriche sbagliate;
  • si fa più fatica a rispettare un PED definito su un arco temporale lungo;
  • si rischia di perdere di vista l’obiettivo nel lungo periodo.

In conclusione, gli Insights di Instagram sono uno strumento indispensabile per chi desidera ottimizzare la propria presenza sul social network. Utilizzando le analisi dei dati generali, dei dati post e dei dati delle storie, puoi acquisire una comprensione approfondita della tua audience e delle tue prestazioni, e sviluppare di conseguenza strategie di contenuto più mirate ed efficaci.

Enrico Rudello - Consulente Marketing Padova

Autore

Enrico Rudello

Sono Enrico Rudello, esperto Consulente di Marketing con un focus specifico sul Marketing Sanitario. Dal 2016, guido Itaca Lab, specializzata nella promozione della visibilità online per strutture sanitarie e professionisti del settore medico. Il nostro obiettivo è chiaro: posizionare i nostri clienti in cima alle preferenze dei loro pazienti attraverso strategie di marketing digitale mirate e efficaci.

La nostra expertise non si ferma qui. Tramite RUÈN, ampliamo il nostro raggio d'azione supportando aziende commerciali nella definizione e nell'implementazione di strategie comunicative capaci di generare coinvolgimento e acquisire nuovi clienti. Collaboro attivamente con enti di formazione di primo piano per equipaggiare i giovani talenti con le competenze necessarie a navigare con successo nel panorama digitale odierno

Altri articoli 
  • Brand identity / Corporate identity / Visual identity / Brand image

    L'articolo esplora le differenze tra brand identity, corporate identity, visual identity e brand image, sottolineando come ciascuna contribuisca al successo aziendale attraverso coerenza, differenziazione e connessione emotiva, essenziali per emergere in un mercato saturo.

    Continua a leggere

  • Espandi il tuo e-commerce con i marketplace: visibilità globale, sicurezza nelle transazioni e strumenti per ottimizzare le vendite

    Marketplace: visibilità globale, transazioni sicure

    I marketplace online fungono da intermediari tra venditori e acquirenti, facilitando transazioni sicure e trasparenti. Offrono una vasta gamma di prodotti e servizi, permettendo ai clienti di confrontare diverse offerte. Sono strumenti essenziali per ottimizzare le vendite e migliorare la visibilità del marchio.

    Continua a leggere

  • Cross-Selling - Upselling / RUÈN Agenzia di Comunicazione Padova

    Upselling e Cross-Selling

    L'upselling e il cross-selling sono strategie di vendita che aumentano il fatturato e migliorano l'esperienza cliente, incentrandosi rispettivamente sull'upgrade di prodotti e sull'aggiunta di articoli complementari.

    Continua a leggere

  • Tendenze legate alla progettazione di pagine di destinazione per la vendita di prodotti digitali

    I web designer e gli sviluppatori hanno praticato l’arte del […]

    Continua a leggere